Descrivere ed esprimere l’avventura della nascita della Hernandez Art Gallery non è impresa semplice, ovvero  condensare in poche parole una storia che racchiude la mia vita fino a questo momento…

In culla il primo profumo che ho imparato a distinguere è stato quello della trementina dei colori sulla tavolozza di mio padre, tanto che, ogni qual volta mi trovi nello studio di un artista, i ricordi di un’infanzia speciale fra le vie del quartiere Brera riaffiorano. In via San Marco 34, dove mio padre Simón aveva lo studio, ho passato fra gli anni più belli della mia vita e, indubbiamente, quelli che mi hanno segnato maggiormente e indissolubilmente legata all’arte.

Fin dalla più tenera età ho imparato le differenze fra le diverse tecniche, in special modo ricordo il fascino che la lavorazione incisoria aveva su di me; nello studio di mio padre l’unica zona cui non avevo accesso era quella dove si custodivano gli acidi e, ovviamente, la proibizione ne accresceva ancor più l’attrattiva!

La fortuna di aver potuto vivere e sperimentare Brera a partire dalla infanzia è ciò che ha dato il la a un percorso di vita, di studi e lavorativo, sempre volto e dedicato all’arte cercando di sviluppare e canalizzare le conoscenze trasmessemi dai miei genitori coniugandole con le attitudini personali organizzative e relazionali intrinseche in me; da qui i miei studi umanistici con una tesi sulla simbologia nell’arte contemporanea venezuelana, l’esperienza in galleria, l’organizzazione di mostre ed eventi in diverse sedi, il lavoro come assistente al Reparto Cultura del Consolato Venezuelano a Milano fino alla maturazione dell’idea… la creazione dell’Hernandez Art Gallery. Un luogo che potesse racchiudere non solo le esperienze accumulate ma la vera essenza della mia cultura personale, il connubio fra la cultura italiana e quella creola venezuelana, quella artistica di mio padre e la pragmaticità scientifica di mia madre; un momento d’incontro fra artisti provenienti da luoghi lontani fisicamente ma che qui trovano una casa e un luogo comune.

La Hernandez Art Gallery, ubicata nei locali della ex stamperia Linati, luogo intriso di arte già dai primi anni Settanta, nella zona più tecnologica di grande sviluppo di Milano quale quella compresa tra Gioia e Porta Nuova, è stata completamente ristrutturata e adattata a plasmasi alle più disparate esigenze espositive essendo suddivisa in due piani completamente distinti e dialoganti fra loro anche sotto il profilo architettonico: l’ampio piano superiore che interpreta un design milanese lineare e pulito e il piano inferiore che, al contrario, mantiene la memoria storica della Vecchia Milano con i suoi archi a botte e il pavimento in serizio. Si è inoltre pensato a un’area attrezzata per le proiezioni e uno spazio sempre attivo per conferenze, incontri e dibattiti che possano animare la vita milanese. Grande importanza, pertanto, si è voluto riservare al dialogo sempre aperto con lo stesso territorio cittadino realizzando progetti pubblici ideati in collaborazione con le Istituzioni Territoriali e con le Missioni Diplomatiche mantenendo fede alla stessa mission della Hernandez Art Gallery: il dialogo interculturale.

Da via Copernico 8 nasce una nuova storia e un nuovo percorso…

Consuelo Hernandez – Direttore Artistico