Colores de musica – Claudio Taddei

Claudio Taddei
COLORES DE MUSICA
Presentazione del progetto “InTuitivO”
a cura di Chiara Canali

Inaugurazione sabato 12 ottobre 2013 
h 18:30

Per l’occasione l’artista si esibirà in una performance musicale pittorica e saranno proiettati videoclips inediti in Italia

In collaborazione con il Consolato Generale dell’Uruguay a Milano e con il Patrocinio istituzionale dell’Ambasciata dell’Uruguay in Italia l’Hernandez Art Gallery inaugura la stagione espositiva 2013-2014 con la mostra personale dell’artista svizzero-uruguaiano Claudio Taddei (Uruguay, 1966.

In questa occasione l’artista presenta una serie di opere tratte dal progetto “InTuitivO”, una combinazione di arte pittorica e musicale (funk-rock con tendenze folkloristiche di radice uruguaiana) dove la performances si unisce all’installazione, eseguite in diverse ambientazioni all’interno delle suggestive mura del Rivellino di Locarno, contrafforte attribuito a Leonardo da Vinci.

“InTuitivO” è un progetto innovativo realizzato grazie a una serie di coincidenze e collaborazioni che hanno portato alla creazione di un’opera totale che include sia lavori pittorici che brani musicali, e un dvd con 13 nuovissimi videoclip. Una performance artistica interamente interpretata e improvvisata da Claudio Taddei, vissuta anche come terapia dell’anima, come traspare dal video-diario “Frammenti” di Stefano Ferrari, parte integrante del DVD.

Nato inizialmente come un’avventura, il progetto “InTuitivO” ha preso forma lo scorso gennaio a Locarno e si è trasformato in una full immersion creativa durata 12 giorni e 12 notti consecutivi, permettendo al caos di trovare un suo ordine inconscio, intuitivo, dettato dal momento presente. Secondo le parole dell’artista: “InUnCertoMomentoNonSapevoCosaStavoFacendoEssendoConsapevolmenteIncoscenteCheStavoCreando”

Tutta l’arte di Claudio Taddei ruota attorno ai concetti di improvvisazione creativa e pittura intuitiva che si esprime direttamente sulla tela, con l’ausilio del segno grafico, della traccia pittorica e di poche forme e colori, senza la mediazione del ragionamento e delle strutture mentali. Un approccio libero e incondizionato, mediante il quale vengono a galla le percezioni più profonde dell’animo umano.

In questo suo modus operandi è indispensabile il rapporto con la musica, come è già avvenuto per un grande autore del Novecento come Kandinskij, che in uno dei suoi scritti teorici affermava: “Salvo poche eccezioni, la musica è già da alcuni secoli l’arte che non usa i suoi mezzi per imitare i fenomeni naturali, ma per esprimere la vita psichica dell’artista e creare la vita dei suoni”.

Le riflessioni sui rapporti tra pittura e musica convivono ora in Taddei quanto un secolo fa in Kandinskij, generando un continuo rimando tra l’area semantica del vedere e quella acustica del sentire. Tuttavia, mentre l’arte di Kandinskij abbandona l’imitazione di un modello e si rivolge unicamente alla sfera astratta, per Taddei è sempre forte lo scontro e il confronto con la realtà esterna, da cui prendono vita gli impulsi figurativi che animano i suoi soggetti: occhi, mani, volti, figure, donne gravide, soli, pesci…

Le sue opere sono “impressioni” nelle quali resta ancora visibile la sensazione diretta della natura e della vita esteriore che l’autore introietta inconsciamente nel suo intimo e poi ritraspone improvvisamente sulla tela, tra empatia ed emotività riflessa.

0 comments on “Colores de musica – Claudio Taddei

Comments are closed.

error: Copyright 2015 All Rights reserved www.galleriahernandez.com

On this website we use first or third-party tools that store small files (cookie) on your device. Cookies are normally used to allow the site to run properly (technical cookies), to generate navigation usage reports (statistics cookies) and to suitable advertise our services/products (profiling cookies). We can directly use technical cookies, but you have the right to choose whether or not to enable statistical and profiling cookies. Enabling these cookies, you help us to offer you a better experience. Cookie policy